Devitalizzazioni

Devitalizzare un dente rientra tra le pratiche mediche studiate dall'endodonzia, parola che deriva dal greco endo, che significa "dentro" e odontos che significa "dente".

La chirurgia endodontica interviene quindi all'interno del dente.

Una devitalizzazione è un'operazione odontoiatrica che consiste nell'asportare la polpa di un dente.
È un'operazione chirurgica eseguibile da dentisti abilitati.
Data la complessità della materia, in genere da specialisti della chirurgia endodontica.

La devitalizzazione è necessaria quando il tessuto molle all'interno della camera pulpare è infiammato o infetto.
Questa condizione può essere provocata da carie profonda,interventi dentistici ripetuti,dente scheggiato o rotto.

Tra i sintomi a cui fare attenzione troviamo dolore, sensibilità prolungata al caldo o al freddo, dolore quando si tocca il dente o si mastica.

Il chirurgo rimuove la polpa infiammata o infetta, pulisce in profondità l'interno del canale radicolare (il canale all'interno della radice), poi riempie e sigilla la zona.
In seguito ritornerete dal dentista, che collocherà una corona o un altro dispositivo di ricostruzione sul dente per proteggerlo e farlo ritornare ad una completa funzionalità.

L'utilizzo di sistemi di ingrandimento è indispensabile in quanto si dovrà lavorare su dimensioni molto ridotte.

Devitalizzazione